Superattico a Ponte Milvio

Fabrizio Marotta Architetto

 

Superattico a Ponte Milvio - Roma

Intervento di ristrutturazione

 

Il secondo intervento

Galleria

Ruolo svolto: Progettista, Direttore dei Lavori e Coordinatore della Sicurezza

 

Breve descrizione dell'intervento:

Su questa unità immobiliare ho avuto il piacere di effettuare diversi interventi nel corso del tempo. Il primo è stato un frazionamento da un'unità immobiliare più grande disposta su due livelli, che ne ha permesso l'esistenza.

Nel sottotetto, che costituiva la zona notte dell' unità originaria, il progetto ha previsto un piccolo soggiorno con angolo cottura, una zona di ingresso/studio, una camera da letto e due bagni.

Il soggiorno e l'angolo cottura sono delimitati su di un lato da una parete inclinata che, unitamente a un salto di quota e al tetto inclinato, conferiscono all'ambiente un andamento dinamico esaltato dai colori e dalla luce proveniente da tre nuovi lucernai disposti asimmetricamente.

La distribuzione interna degli ambienti rispetta alcuni dettami del feng-shui e l'uso del colore riprende le teorie di Rudolf Steiner.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ante operam

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Post operam prima fase

 

 

Il successivo intervento è stato un ampliameto reso possibile dalla legge sul recupero dei sottotetti ai fini abitativi.

Un disimpegno semicircolare tra le due stanze con porte scorrevoli curve dà ora accesso alle due camere: quella nuova ricavata con un nuovo solaio realizzato secondo ii dettami della bioedilizia: l'orditura del solaio in travi di legno lamellare, un tavolato in legno di abete maschiettato costituisce il piano per il parquet in rovere bianco decapato, inferiormente tra le travi un isolante in fibra di legno e cartongesso.

 

Due nuovi grandi lucernai inondano di luce la camera e allo stesso tempo hanno permesso di recuperare altezza vivibile su di una zona, altrimenti troppo bassa, davanti le armadiature.

 

Infine un impianto fotovoltaico da 1,8 Kw contribuisce al fabbisogno elettrico dell'appartamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pianta post operam seconda fase